Calendula

La Calendula è una pianta che manifesta proprietà emollienti, lenitive, rinfrescanti e riepitelizzanti.
Presenta un’ottima tollerabilità e per questo motivo è di uso pressocché “universale”. 

Proprietà curative

Proprietà curative della Calendula 

  • Antidolorifiche e antispasmodiche, calma i dolori
  • Antidismenorroiche, calma i dolori mestruali
  • Antinfiammatorie, la calendula è efficace contro le punture di insetti imenotteri e contro il veleno di meduse e attinie e contro le dermatiti
  • Antiulcera, effetto citoprotettore sulla mucosa gastrica, i saponoidi hanno un’azione antiulcera
  • Cicatrizzanti, l’attività cicatrizzante è dovuta alla maggiore produzione di fibrina e formazione di nuovo epitelio
  • Coleretiche, incremento della secrezione di acidi biliari
  • Disinfettante, capace di distruggere microrganismi nocivi
  • Emmenagoghe, capace di provocare le mestruazioni nel caso siano assenti o ridotte
  • Emostatica, arresta la fuoriuscita del sangue dalle ferite
  • Idratanti, per pelli secche e arrossate, per screpolature
  • Ipotensive e brachicardica, leggera riduzione della pressione arteriosa e dell’attività cardiaca
  • Lenitive, lenisce il bruciore

Indicato per

Uso medicinale

La Calendula è la pianta che per le sue proprietà è utilizzata per la protezione della pelle, anche per quelle particolarmente sensibile.

Per tutte le preparazioni di seguito riportate, vanno utilizzate piante di Calendula biologiche e poste lontano da luoghi inquinati. A ogni buon fine, per particolari usi medicinali, suggeriamo sempre al lettore a non esitare a chiedere ulteriori consigli e chiarimenti ai medici specialisti del settore, ai farmacisti ecc., in particolare quando i sintomi diventassero persistenti.

Uso esterno

Per uso esterno la Calendula si ritrova sotto forma di molteplici preparati: creme, latte solare, saponi, balsami per labbra, tinture, decotti, oli, polpa.

Viene utilizzata contro le contusioni, nella pelle arrossata e infiammata in genere, contro acne, foruncoli e infezioni cutanee causate da stafilococchi, micosi del piede. Herpes, punture da insetti e per eliminare i geloni.
E considerata il migliore cicatrizzante sin dall’antichità: infatti, durante la guerra civile americana e la prima guerra mondiale la Calendula veniva utilizzata per impacchi e per curare le ferite.

La crema è utilizzata per curare ferite, tagli, piaghe da decubito, ulcere, bruciature e scottature minori dovute anche a prolungata esposizione ai raggi solari, per attenuare la formazione di vene varicose e nelle infiammazioni delle emorroidi.
Nei neonati per le dermatiti da pannolino e per lenire i capezzoli arrossati durante l’allattamento.
E’ indicata nelle infezioni acute dell’apparato genitale maschile, in particolare le orchiepidermiti, cioè infezioni di un testicolo e dei suoi annessi.
Nelle donne provoca e regola il ciclo mestruale ed elimina eventuali disturbi.

Molto utile a fini benefici è anche l’ infuso di Calendula.


Prodotti con lo stesso principio attivo