Curcuma

Le azioni biologiche della Curcuma sono da ascrivere al più noto e studiato componente del fitocomplesso, la curcumina, che rappresenta mediamente il 5% in peso della spezia. La Curcuma contiene anche altri 2 curcuminoidi, oli essenziali di interesse farmacologico, fibre, acqua ed elementi in tracce. Oltre 9.600 studi scientifici sono stati pubblicati nel mondo negli ultimi 5 anni sulle azioni salutistiche e terapeutiche di questa sostanza. L’uso millenario ha confermato la grande tollerabilità della curcuma che gode dello stato di GRAS (acronimo per “Generalmente Riconosciuto come Sicuro») negli USA e di un parere positivo di EFSA per l’uso alimentare. Può dunque essere utilizzata quotidianamente come alimento o additivo alimentare fino a 12 g/giorno.

La Curcuma, grazie alla curcumina, agisce su diversi target molecolari e cellulari nella fisiopatologia di diverse condizioni croniche in cui è presente una componente infiammatoria, come le malattie reumatiche, molte patologie cardiovascolari e diabete tipo II, il cancro e le patologie cronico-degenerative del sistema nervoso. Questo é possibile grazie alla sua attività antinfiammatoria, antiossidante e modulatrice della divisione cellulare.

La Curcuma inoltre, per la sua azione antinfiammatoria, può essere utilizzata, ad esempio, come adiuvante nel trattamento farmacologico di patologie come la poliartrite reumatoide.
Questa sostanza ha inoltre un’azione antiossidante pari almeno a quella antinfiammatoria. L’azione antiossidante si esplica soprattutto a livello epigenetico modulando l’espressione di NRF2, stimolando la biogenesi mitocondriale e attraverso l’azione di scavenger (spazzino) nei confronti dei radicali liberi.
Tale azione riguarda tutte le cellule dell’organismo ma diventa particolarmente utile in organi chiave del nostro metabolismo come fegato, tiroide e intestino.

La curcumina modula i processi di duplicazione e di invecchiamento cellulare nonché la produzione energetica mitocondriale, fondamentale per tutti i processi riparativi e di mantenimento strutturale. Per questo è la sostanza bioattiva ideale da introdurre in un trattamento anti-aging.

Nell’uso corrente la Curcuma viene prescritto per migliorare la funzionalità epatica, nelle turbe funzionali dei processi digestivi attribuibili a un’origine epatica, in particolare mal di stomaco, nausea, perdita di appetito. La curcumina sarebbe in grado di rallentare la progressione dei processi flogistici nelle patologie infiammatorie a carico del fegato e di proteggere dal danno epatico indotto chimicamente.

Proprietà curative

Proprietà della Curcuma
La Curcuma ha diverse proprietà benefiche, ma la più sorprendente è il suo effetto antitumorale. Questa preziosa pianta, infatti, contrasta l’insorgere della leucemia e di ben otto tipi di tumore che colpiscono colon, prostata, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni e mammelle. La validità di questa teoria che viene tramandata da secoli dalla tradizione popolare è confermata da nuove teorie mediche e da un dato reale: in India e più in generale in Asia (il continente dove si consuma più curcuma in assoluto), l’incidenza dei tumori è molto più bassa rispetto al resto del mondo.

La curcuma ha inoltre delle eccezionali qualità antiossidanti, perché in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per il nostro organismo. Di conseguenza, è in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare.
Oltre a combattere l’invecchiamento e l’insorgere di tumori, la curcuma ha notevoli proprietà cicatrizzanti. L’applicazione dei rizomi di curcuma su ferite, scottature, punture d’insetto e dermatiti infatti, dona sollievo immediato e velocizza il processo di guarigione.

Per quanto riguarda le più importanti proprietà farmacologiche, vanno sicuramente menzionate quelle coleretiche-colagoghe, che favoriscono la produzione della bile e il suo naturale deflusso nell’intestino. Il consumo di curcuma migliora il funzionamento di stomaco e intestino e per di più aiuta a combattere il colesterolo, poiché facilita lo smaltimento dei grassi in eccesso. Questa erba è inoltre un vero toccasana per tutte quelle persone che hanno problemi di digestione (dispepsia), ma anche di meteorismo e flatulenza.

Indicato per

La Curcuma, nota generalmente come spezia, è anche uno dei rimedi naturali più potenti in circolazione. 
Il suo uso è consigliato per alleviare i dolori articolari e combattere i sintomi dell’influenza.
Inoltre migliora il funzionamento di stomaco ed intestino, aiutando anche nella riduzione del colesterolo. 


Prodotti con lo stesso principio attivo