Frassino

Con le foglie e la corteccia del Frassino (Fraxinus excelsior L.) nella terapia delle forme reumatiche si riesca ad ottenere, con il loro impiego, un potenziamento dell’azione di altri farmaci ad azione antireumatica.

All’interno del Frassino, specie foglie e corteccia, sono presenti anche proprietà diuretiche e antilitiasiche (litiasi renale): il fraxoside, uno dei componenti del fitocomplesso, risulta infatti uricolitico.

Proprietà curative

Il Frassino comune, preparato sotto forma di infuso, sembra essere un utile rimedio contro la renella e le coliche renali, tuttavia non è stata dimostrata alcuna azione antispastica sulla muscolatura liscia, in particolare delle vie urinarie.

Il ricorso per periodi prolungati a preparati di Frassino con finalità diuretiche e dimagranti può esporre a rischi, soprattutto quando non controllato dal medico.

Indicato per

Nella medicina popolare, le foglie di Frassino vengono impiegate internamente per il trattamento di costipazione, febbre, edema, disturbi gastrici, calcoli, reumatismi e perfino per contrastare le infestazioni da vermi. Esternamente, invece, le foglie della pianta vengono utilizzate per il trattamento di ulcere degli arti inferiori e di ferite.

Per quanto riguarda la corteccia questa, invece, trova impiego nella medicina tradizionale in preparazioni usate come rimedio tonico o per contrastare la febbre.

Il Frassino è anche sfruttato dalla medicina omeopatica, dove lo si può trovare sotto forma di macerato glicerico, tintura madre o granuli.
In quest’ambito, la pianta viene utilizzata come rimedio contro: 

  • la gotta
  • i reumatismi
  • l’infiammazione dei legamenti
  • la sinovite
  • l’insufficienza renale
  • i calcoli biliari e renali
  • lo stress
  • l’ansia
  • la nevrosi.

Inoltre, il Frassino può rientrare nella composizione di preparazioni insieme ad altri rimedi omeopatici per il trattamento di:

  • cellulite
  • sovrappeso
  • obesità
  • ipercolesterolemia
  • affezioni oculari
  • infiammazioni e dolori ossei
  • diminuzione della libido e astenia sessuale.

La quantità di rimedio omeopatico da assumere può variare fra un individuo e l’altro, anche in funzione del tipo di disturbo, del tipo di preparazione e del tipo di diluizione omeopatica che si deve impiegare.