Griffonia

La Griffonia simplicifolia, è nota per il suo alto contenuto di 5-idrossitriptofano precursore della 5-idrossitriptamina o serotonina che è coinvolta in molti processi psicofisiologici, a partire dall’umore e sua stabilità, la qualità del riposo e del sonno, la scelta istintiva degli alimenti zuccherini.

Nel climaterio a causa della deprivazione estrogenica e le relative ripercussioni sul corpo e sulla psiche, le donne tendono ad avere disturbi dell’umore.

La Griffonia, contenendo il precursore della serotonina già pronto (5HTP), che non deve quindi essere idrossilato per passare la barriera ematoencefalica (BEE), è da considerare una pianta da usare nei momenti più difficili e per periodi non troppo duraturi, per non far assuefare l’organismo al precursore della serotonina.

L’aminoacido triptofano che si trova negli alimenti, viene infatti convertito in 5-idrossitriptofano da un enzima idrolasi specifico. È consigliabile e opportuno che tali reazioni previste dalla natura vengano comunque favorite nell’ottica di una terapia di supporto ma non sostitutiva.

Proprietà curative

La maggior parte delle proprietà della Griffonia sono da imputare alla presenza nei semi di questa pianta del 5-idrossi-triptofano (5-HTP), aminoacido essenziale precursore della serotonina, il cosiddetto “ormone del buonumore” dato che, tra le altre cose, si occupa di regolare appunto l’umore.

Utilizzare la Griffonia, quindi, significa agire sui livelli di serotonina e di conseguenza sui diversi problemi legati alla bassa concentrazione di questo ormone come appunto depressione, ansia e insonnia.
Utilizzando questo rimedio naturale in specifici periodi della propria vita è possibile incrementare i livelli dell’ “ormone del buonumore” all’interno del nostro organismo e ciò può diventare un aiuto decisivo in caso di depressione (lieve o moderata), tristezza che compare durante i cambi di stagione ma anche problemi legati al sonno e stati di ansia.

Se l’organismo si trova in periodi di forte stress, i livelli di serotonina possono risentirne variando considerevolmente e facendo comparire altri disturbi oltre quelli sopracitati: stanchezza, debolezza, irritabilità, mal di testa, tensione in alcune parti del corpo o altro. Questa pianta ci viene allora in aiuto riuscendo tra l’altro ad aumentare la resistenza a fatica e stress da parte del nostro corpo.

La Griffonia si mostra attiva anche nei confronti di altri problemi di tipo psicologico-nervoso come ad esempio l’impulso esagerato di mangiare (soprattutto la notte e soprattutto dolci), ovvero la cosiddetta fame nervosa, ma è utile anche a regolare la motilità intestinale contrastando gli episodi di stipsi. Per tutti questi motivi è spesso utilizzata anche come aiuto naturale per chi vuole perdere peso e sta seguendo una dieta dimagrante.

Un’ultima situazione in cui la Griffonia agisce positivamente è la fibromialgia o sindrome di Atlante, patologia anche essa collegata ad un deficit di serotonina.

Indicato per

Ricapitolando la Griffonia può essere utile in caso di:

  • Depressione lieve o moderata
  • Depressione stagionale
  • Ansia
  • Insonnia
  • Fame nervosa
  • Mal di testa da stress
  • Stanchezza e spossatezza
  • Tensioni muscolari
  • Stitichezza

Prodotti con lo stesso principio attivo