Melissa

La Melissa vera è una piccola pianta perenne erbacea aromatica dai delicati fiori labiati appartenente alla famiglia delle Lamiacee.

Grazie alle sue proprietà antispasmodiche e antinfiammatorie, e agli oli essenziali che contiene, è utilizzata nella cura di molti disturbi.

Proprietà curative

La Melissa è considerata una vera e propria erba del relax, come la passiflora, la malva e la camomilla, utile per preparare tisane rilassanti in caso di ansia, agitazione e preoccupazioni. La Melissa gode inoltre di ottime proprietà calmanti e sedative, utili in caso di tosse, raffreddore e influenza.

Un aspetto importante dell’assunzione della Melissa sotto forma di tisana riguarda la sua capacità di contribuire ad abbassare la febbre e ad eliminare le tossine in eccesso intrappolate nell’organismo.

La Melissa viene consigliata in particolare in caso di ansia, soprattutto quando genera somatizzazioni a livello del sistema gastrointestinale.
La melissa infatti agisce come antinfiammatorio e antispastico ed è in grado di alleviare disturbi come nausea, indigestione, crampi addominali ma anche dolori legati al ciclo mestruale.

Inoltre questa pianta è utile in caso di mal di testa grazie all’olio essenziale presente nelle sue foglie, che è in grado di calmare e rilassare il sistema nervoso ma anche i muscoli.

Infine, l’assunzione dell’infuso di Melissa viene consigliata dopo i pasti per aiutare la digestione e ridurre i sintomi della gastrite.
La Melissa si può usare anche in cucina: aggiungete la melissa alle insalate per godere delle sue proprietà digesitve.

Indicato per

La Melissa possiede un’azione tranquillizzante, antispasmodica e risulta efficace negli stati di ansia accompagnati da irrequietezza e irritabilità e nei disturbi gastrici di origine psicosomatica, nella cosiddetta “nevrosi gastrica”, o quando sia presente un quadro di irritabilità generale, difficoltà all’addormentamento e tachicardia su base funzionale e nelle forme depressive.

Nell’uso tradizionale viene spesso associata alla Valeriana per trattare forme lievi di insonnia: alcuni recenti studi hanno confermato tale indicazione.
Interessante risulta essere anche l’uso esterno della pianta che sottoforma di preparati a base di olio essenziale mostra di possedere azione sedativa e calmante in soggetti affetti da demenza (sindrome di Alzheimer , deficit cognitivi e agitazione psicomotoria dell’anziano, ecc.) e comunque di possedere effetti benefici in caso di insonnia. Alcuni studi hanno evidenziato che gli estratti di Melissa sono in grado di influenzare l’attività recettoriale colinergica e di conseguenza potrebbero risultare efficaci nel migliorare i processi mnemonici e i deficit cognitivi connessi con la malattia di Alzheimer. 

La pianta risulta utile inoltre nelle manifestazioni dolorose di origine nervosa quali cefalea, spasmi gastrointestinali, vomito ecc.

Con la sua prescrizione si assiste ad un miglioramento di quadri dispeptici accompagnati da aerofagia, flatulenza e “piccola insufficienza epatica”.Risulta utile anche in caso di stati di tensione nervosa premestruale.