Rosmarino

Il Rosmarino, pianta aromatica, esercita un’azione neurotonica e riequilibrante in tutti quei casi ove occorra, per migliorare lo stato generale, regolarizzare lo stato epatodigestivo, disintossicando l’organismo.

Il Rosmarino migliora significativamente, inoltre, le performance della memoria (memoria visuo-spaziale e memoria a breve termine).

Sono certe le proprietà antiossidanti dovute in parte all’acido rosmarinico e
soprattutto ai diterpeni per i quali è stata valutata l’efficacia su diversi modelli sperimentali. 

Proprietà curative

I benefici riscontrati nel Rosmarino sono dovuti alla presenza di numerosi principi attivi come il salidroside.
Quest’ultimo in particolare agisce direttamente sui neurotrasmettitori più importanti del nostro cervello, come la serononina.

Degni di nota sono anche la rosavina, i flavonoidi, i tannini, gli acidi clorogenico e caffeico.

Indicato per

Le capacità terapeutiche del Rosmarino sono principalmente legate allo stimolo di attività cerebrali e alla memoria.

E’ una pianta considerata come un naturale anti-invecchiamento. Non a caso, gli antichi greci usavano coprirsi il capo con corone di rosmarino per svolgere attività intellettuali impegnative.

In epoca molto più recente il dottor Kneipp, fautore dell’idroterapia e fitoterapia, prescriveva ai suoi l’enolito, ottenuto facendo macerare il rosmarino nel vino bianco. Kneipp lo riteneva utile contro la stanchezza fisica e intellettuale, contro reumatismi, ipotensione arteriosa, vertigini e ipercolesterolemia


Prodotti con lo stesso principio attivo