Selenio

Il Selenio è un non metallo presente all’interno del nostro organismo in minime quantità. Si trova comunemente nell’acqua e in alcuni alimenti ed è noto per le sue proprietà antiossidanti.

Venne scoperto per la prima volta a Stoccolma nel 1817 e prese il nome dalla dea greca Selene, dea della Luna. Inizialmente venne considerato come un metallo tossico e confuso con lo zolfo, di cui condivide alcune proprietà. 

Proprietà curative

Il Selenio è talmente importante per il nostro benessere, che nei casi di carenza andrebbe introdotto nella dieta come integratore, per evitare eventuali problematiche di salute.

Lo possiamo trovare sotto forma di metallo argenteo o di polvere rossa.
La sua presenza in natura è legata alle concentrazioni nel terreno.

Indicato per

Sintomi di carenza del Selenio
Ci sono specifiche patologie e cattive abitudini che possono produrre una diminuzione dei livelli di Selenio, come il fumo e l’alcool, la colite ulcerosa e il morbo di Crohn.

Qualora dovesse verificarsi una condizione di carenza, sono tanti i disturbi di salute che potrebbero verificarsi, come:

  • disturbi della vista
  • mal di testa
  • asma
  • artrite reumatoide
  • nausea
  • depressione
  • infertilità maschile
  • vertigini
  • tendenza ad ingrassare.

In tutti questi casi, integrando il Selenio nell’alimentazione, si sono osservati notevoli miglioramenti.
Oggi è raro riportare una condizione di carenza, fatta eccezione per i Paesi poveri e per soggetti molto anziani con serie problematiche a livello intestinale.


Prodotti con lo stesso principio attivo