Tanaceto

Il Tanaceto ( o Tanacetum parthenium) è tradizionalmente usato per emicranie e dolori artritici, per il suo effetto antinfiammatorio e antiemicranico, effetto legato alla presenza di lattoni sesquiterpenici, tra i quali i partenolidi.

I meccanismi d’azione dell’estratto potrebbero comprendere:

  • inibizione della contrazione della muscolatura liscia;
  • interruzione della catena di eventi che porta all’emicrania;
  • inibizione dell’aggregazione piastrinica, rilascio di istamina e di 5-HT dalle piastrine, inibizione della COX-2, riduzione della sintesi di TNF-alfa, IL-1, leucotrieni e prostaglandine
  • interferenza con la fosfotomatico e con la 5-LOX.

Proprietà curative

Nel dettaglio, ecco le proprietà del Tanaceto:

  • Digestive (stimola la digestione a livello gastrico)
  • Febbrifughe (fa abbassare la temperatura corporea)
  • Toniche (rafforza l’organismo)
  • Vermifughe (previene la comparsa di vermi intestinali)
  • Astringenti (limita la secrezione di liquidi)
  • Vulnerarie (agevola la guarigione delle ferite)
  • Le foglie da essiccare e da usare per la preparazione di infusi e tisane, vanno raccolte prima della fioritura.

Indicato per

Le proprietà del Tanaceto sono correlate a diversi principi attivi quali flavonoidi, partenolidi, terpeni, sequiterpenici e la stessa canfora.

Sono i suoi principi attivi a renderlo un rimedio naturale adatto per prevenire la comparsa di mal di testa. Un infuso di Tanaceto può essere molto utile a quei soggetti che soffrono di cefalea nervosa. Non serve a molto in caso di cefalea posturale perché in questo contesto bisognerebbe agire sulla causa del mal di testa e assumere una postura più corretta.

Nei fiori di Tanaceto è presente una sostanza amara chiamata tanacetina. Le foglie sono ricche di glucosidi, acido gallico, oli essenziali e flavonoidi.

Nella medicina alternativa, le foglie essiccate di Tanaceto s’impiegato per la preparazione di infusi e tisane considerati dei blandi rimedi contro digestione difficile, influenza stagionale e, in generale, per rinforzare l’organismo.
Gli infusi venivano usati anche per agevolare la guarigione di ferite.