Uncaria

All’Uncaria tomentosa, specie alla corteccia del fusto e delle radici, sono attribuite proprietà immunomodulanti, antivirali, antiossidanti e adattogene. 

Alla pianta sono riconosciute anche proprietà antiflogistiche e antalgiche utili per trattare dolori di origine infiammatoria.
Tale azione sarebbe da attribuire alle proprietà antiossidanti in grado di inibire la “cascata” infiammatoria.

Proprietà curative

Uncaria, proprietà e benefici
All’Uncaria si attribuiscono proprietà antivirali, immunostimolani e soprattutto antiflogistiche.
Sembra che l’azione antiflogistica dell’Uncaria non coinvolga l’inibizione degli eicosanoidi.
Circa i componenti attivi, sembra che i glicosidi dell’acido chinovico siano i principali responsabili di questa azione anche se in molti pensano
che un sinergismo tra questi ed altri composti (alcaloidi, procianidine) amplifichi l’azione antiflogistica dei preparati di Uncaria.

Alcuni studi clinici hanno mostrato che l’Uncaria migliora i sintomi dell’artrite reumatoide.
È stato anche osservato che in associazione con sulfasalazina o idrossiclorochina,
riduce il gonfiore ed il dolore delle articolazioni.
Il trattamento con Uncaria risulta abbastanza sicuro e raramente si sono manifestati effetti indesiderati, quali diarrea e dispepsia.
L’Uncaria è stata utilizzata nella medicina popolare per il trattamento delle malattie reumatiche, della diarrea e della gastrite, per accelerare la guarigione delle ferite, per normalizzare il ciclo mestruale e poi come contraccettivo e come coadiuvante deltrattamento antitumorale.

Malgrado la sua grande popolarità nelle comunità ispaniche, l’Uncaria non viene generalmente considerata priva di rischi.
Si ritiene infatti che il suo uso prolungato possa ridurre i livelli plasmatici di estradiolo e di progesterone; il suo uso è stato inoltre associato ad insufficienza renale acuta.
Si pensa poi che l’Uncaria possa provocare occasionalmente diarrea ed ipotensione.

Indicato per

La somministrazione dell’Uncaria come preventivo nei riguardi delle patologie invernali potrebbe essere particolarmente indicata in soggetti sofferenti di artrite reumatoide e artriti in genere.

Alcuni studi effettuati hanno dimostrato che gli alcaloidi presenti nel fitocomplesso sono in grado di determinare attività immunostimolante e immunomodulante che si traduce in un aumento della fagocitosi da parte dei macrofagi.

I principi attivi dell’Uncaria tomentosa sembrano risultare efficaci nel contrastare l’azione della DNA-polimerasi e della transcriptasi inversa implicati nella replicazione dei virus.