Zinco

Lo Zinco è un metallo, responsabile dell’attivazione di circa 300 funzioni ed enzimi nel nostro organismo, fattore che lo rende un elemento fondamentale per il corretto funzionamento del nostro corpo, sebbene forse la sua importanza non sia ancora del tutto compresa a fondo.

Proprietà curative

Proprietà dello Zinco
Numerosi sono gli effetti benefici dello Zinco sulla nostra salute, proviamo ad elencarne i più importanti:

  • contrasta il processo di invecchiamento cellulare e l’azione dei radicali liberi
  • è importante nel processo di rimarginazione di ferite e ulcere
  • stimola il sistema immunitario (agendo sul corretto funzionamento del timo)
  • ha un ruolo di rilievo nella crescita e nello sviluppo (stimolando il GH e il testosterone)
  • fa funzionare correttamente l’apparato riproduttivo (maschile e femminile)
  • aiuta a controllare l’ipoglicemia
  • è un valido alleato contro la depressione

Indicato per

Carenza di Zinco: sintomi
Una dieta povera di proteine, eventuali patologie del fegato, o l’assunzione di alcuni farmaci (come i diuretici o alcuni antidepressivi), possono portare ad un cattivo assorbimento dello Zinco. In questo caso è opportuno ricorrere ad integratori alimentari, al fine di non ridurre l’apporto necessario all’organismo.

Essendo lo Zinco presente soprattutto a livello cellulare e solo in maniera ridotta nel plasma, i titoli del sangue possono risultare non attendibili per rilevare la presenza di Zinco nell’organismo.

Per questo è importante prestare attenzione ai sintomi legati alla carenza di Zinco, che possono essere molteplici: uno dei primi effetti è la stanchezza, legata a perdita di appetito.

Altri segnali di allarme possono essere alterazioni del cuoio capelluto (es. alopecia), lenta cicatrizzazione di ferite cutanee, fragilità del sistema immunitario, disturbi della vista, depressione.

In casi più gravi, si possono riscontrare cattivi funzionamenti delle gonadi, con conseguenti problematiche riproduttive e, in caso di gravidanza o durante la prima infanzia, il bambino può rischiare un rallentamento dello sviluppo e l’insorgere del nanismo.

In caso di assunzione di integratori con Zinco, è bene integrare l’apporto di Vitamina A, che viene penalizzata nell’assorbimento dalla presenza di questo elemento.


Prodotti con lo stesso principio attivo